Libri          Autori          Contatti                 / Home


 

   Autori

 

 

Simona Guerra
Da circa vent’anni Simona Guerra ha trasformato la sua passione per la Fotografia in una professione per cui è riconosciuta a livello nazionale.

Laureata presso l’Università di Bologna, dove ha studiato fotografia con Italo Zannier, è esperta di ordinamento, conservazione e valorizzazione di fondi fotografici ed ha collaborato nel tempo con alcune tra le maggiori istituzioni italiane del settore tra cui l’archivio ‘Fratelli Alinari’ e l’archivio ‘Mario Giacomelli’.

E’ inoltre curatrice di mostre ed eventi dedicati e tiene seminari e lezioni sul linguaggio fotografico presso la Scuola Pubblica e in numerose istituzioni private italiane.

Assieme a Lisa Calabrese è curatrice del festival “Giornate di fotografia” (Marche).

E’ autrice di alcune pubblicazioni sulla fotografia tra cui: "Parlami di lui" (Mediateca delle Marche); le biografie “Mario Giacomelli. La mia vita intera” e "Mario Dondero" (per i tipi di Bruno Mondadori), “Cesare Colombo con Simona Guerra. La Camera del tempo” (per Contrasto); "Fotografia consapevole. Scrittura e fotografia si incontrano" e “La vita è ancora agra, signor Bianciardi” (Progetto In-con-tra); “Bianco e oscuro. Storia di panico e fotografia” e “Il bambino di Scanno” (per Postcart).


Emanuele Piccinini
Nasce a Senigallia (AN) nel 1986 ma trascorre tutta la sua vita in Lombardia.
In adolescenza si avvicina allo studio della tromba. Frequenta dapprima l’Accademia Internazionale della Musica a Milano, poi il conservatorio “Giuseppe Verdi” di Como. A 22 anni incontra il M° Strappati e, sotto la sua guida, inizia il percorso di perfezionamento in atto ancora oggi.
Ha avuto l’onore di far parte della Compagnia dell’Arlecchino del Piccolo Teatro di Milano, in qualità di musicista di scena. Oltre ad esperienze musicali, sia nell’ambito classico che in quello leggero, vanta diversi premi e pubblicazioni in campo letterario. Dal dicembre del 2014, vive a Stoccolma.

Con In-con-tra Edizioni ha pubblicato La Tuba in una Mano(2018), insieme a Gianmario Strappati.


Maria Consuelo Pugi

Sophianalista, Orgonomista, ricercatrice nel campo dell’Orgonomia e delle Energie Sottili. Si occupa di Formazione, crescita personale, Team Building, mentoring, Life coaching. Tecnico Federale Equitazione di Campagna F.I.S.E di I livello, professionista nella doma dolce e nella lettura del linguaggio corporeo del cavallo.
Inoltre ha sviluppato ‘Limitless’, un nuovo modello di formazione e di crescita personale attraverso la collaborazione dei suoi cavalli e attraverso le sue ricerche sull’energia orgonica.
“Crediamo nei cambiamenti per superare i limiti pensando fuori dagli schemi. Utilizziamo tecnologie innovative. Ciò rende unica la nostra formazione”

Con In-con-tra Edizioni ha pubblicato Mi abbraccio da sola (2020)


Ruggero Ruggeri

Siciliano di Modica, trapiantato al Nord, sono cresciuto nell’ambiente fotografico trevigiano, dove ho collaborato come fotografo free-lance per il quotidiano La Tribuna di Treviso.

Il 2004 segna l’inizio delle esposizioni fotografiche di rilievo, con la partecipazioni a mostre collettive e personali. Faccio parte del gruppo Elogio dell’ombra e del gruppo Grana. Ho partecipato al progetto editoriale “Lo sguardo oltre la barriera” del gruppo We do the rest.
Ho collaborato, tra gli altri, con Jean-Claude Mocik, (video-artista francese già direttore del dipartimento cinematografia di Fabrica e responsabile de I.N.A. - Istituto Nazionale Audiovisivi di Francia), Angelo Accardi (pittore), Gigi Masin (musicista e compositore).
Nel corso della mia esperienza fotografica ho rivolto il mio interesse verso l’uomo ed il suo rapporto con l’ambiente che lo circonda, sia esso rappresentato dalla città (e quindi ambiente urbano), sia esso descritto in un ambito sociale (e quindi il vivere contemporaneo).
Mi piace indagare sull’uomo del nostro secolo calato nei non luoghi della modernità, sul senso del tempo e della vita.
Mano a mano ho sviluppato una ricerca di tipo concettuale, prendendo spunto sia dalla letteratura, sia dal cinema e, per finire, dalla musica.

Con In-con-tra Edizioni ha pubblicato il catalogo della mostra I'm one, I'm another (2019) presente all'8° edizione di “Giornate di fotografia


Gianmario Strappati
Tuba - Nato ad Ancona, tiene concerti in veste di solista, in formazioni cameristiche e orchestrali. Ha registrato per la Rai, Radio Vaticana, Sky Classica , inciso per la casa discografica Concerto-Music Media e pubblicato per la casa editrice Accademia . In veste di solista si è esibito in Romania, Albania, Germania, Moldavia, Slovacchia, Bulgaria, Finlandia, Ungheria, Italia ed ultimamente in Russia al prestigioso Festival “P.I. Tchaikovsky” accompagnato dall’Orchestra Filarmonica di Bacau, dall’Orchestra Sinfonica Nazionale Bulgara , dall’Orchestra Sinfonica Tchaikovsky (Russia, Udmurtia), dalla State Philarmonic Orchestra di Vidin in Bulgaria, dall’orchestra da camera nazionale della Moldavia e dall’orchestra sinfonica del Kazakistan . E’ stato il primo tubista a vincere il prestigioso Premio Nino Rota , precedentemente assegnato ad artisti come K. Ricciarelli e J. Horowitz . Ancona, la sua città lo ha insignito della cittadinanza benemerita. Gianmario Strappati è “Ambasciatore di Missioni Don Bosco per la musica nel mondo”.

Con In-con-tra Edizioni ha pubblicato:
La Tuba in una Mano (2018), insieme a Emanuele Piccinini.

- J. S. Bach - Suite No. 1 per violoncello solo. ” (2018) Trascrizione per tuba sola
-
N. Paganini - Capriccio n° 24 per violino solo (2019) Trascrizione per tuba sola

 


Agata Turchetti

Ha perseguito, per decenni, l'obiettivo di rendere la scuola pubblica di cui era responsabile, luogo per l'apprendimento e vivaio di relazioni umane, in cui i bambini avessero l'opportunità di desiderare e coltivare la bellezza, attraverso la cura del corpo, della mente, dell' ambiente, dell'arte. Così a scuola hanno trovato cittadinanza la scherma, la vela, gli scacchi, la pratica musicale, il coro, la junior band e gli orti didattici e poi il teatro e l'amore per i libri e l'utilizzo guidato delle tecnologie. Attualmente coordina la rete provinciale maceratese delle scuole ad indirizzo montessoriano, già artefice dell’istituzione iniziale. Vorrebbe trasferire i medesimi valori pedagogici nelle attività formative offerte dall'Unitre di Civitanova Marche.

Con In-con-tra Edizioni ha pubblicato Le faglie della Memoria (2017)


PROGETTO 360

 

Simone Francescangeli.

Fotografo per passione, spinto dalla voglia di raccontare con i suoi occhi l’anima e la dignità dell’uomo di tutti i giorni, quella parte di mondo che non vive sotto i riflettori degli eccessi,  quella che si cela all’ombra del peso del tempo e che scrive la storia dell’uomo in modo invisibile. Dalle strade d’Etiopia alle imbarcazione dell’Oceano pacifico, dalle miniere Boliviane ai ring Cubani ed ancora. Storie di uomini e donne. Collaboro con l'Agenzia di stampa Zumapress per la sezione approfondimenti. I racconti sono stati pubblicati all'interno di magazine internazionali come il Washington Post o in circuiti informativi come Npr US o in riviste del settore in Italia, Cile, Argentina, Spagna e Croazia e sono stati premiati ed esposti a concorsi internazionali  in Russia, Giappone, Stati Uniti o a Festival Nazionali.

 

Giorgio Cranatiero

Nato a Venezia nel 1993, si laurea in Architettura presso l’Università di Bologna con una tesi sul rapporto fra fotografia e composizione architettonica. Cresce a Senigallia dove fin da piccolo coltiva la passione per la fotografia studiando i fotografi del gruppo Misa. Frequentando l’ambiente universitario entra in contatto con la fotografia di paesaggio e architettura seguendo corsi con Guido Guidi e Giovanni Chiaramonte. Diviene infine allievo di quest’ultimo con cui tuttora collabora. Ha realizzato alcune mostre personali fra cui: “A forza di essere vento”, “Cattedrali” e “Fango” un lavoro sull’alluvione che ha colpito Senigallia nel 2014. Nel 2017 pubblica “City Light” un libro fotografico sul tema della città europea edito da Franco Cosimo Panini. Premiato a “Camera Work 2019” vince la realizzazione di una mostra personale presso il Palazzo Rasponi di Ravenna dove espone un lavoro svolto lungo il canale industriale che collega la città al mare.

 

Simona Guerra

è esperta di ordinamento, conservazione e valorizzazione di fondi fotografici. Ha collaborato nel tempo con alcune tra le maggiori istituzioni italiane del settore tra cui l’archivio Fratelli Alinari e l’archivio Scala di Firenze, l’Archivio Fotografico Toscano di Prato, e l’archivio Mario Giacomelli di Senigallia. E’ curatrice dello Spazio Piktart a Senigallia (AN) e assieme a Lisa Calabrese curatrice dell’evento annuale Giornate di fotografia (Marche). E’ autrice di alcune pubblicazioni e biografie di fotografi – tra cui quella di Mario Giacomelli, Mario Dondero, Cesare Colombo – e di alcuni saggi e romanzi sulla fotografia e sulla Fotografia Consapevole™.

 

Stefano Mariani

Fotografa dal 1985. Si interessa alla lettura della realtà attraverso il mezzo fotografico affascinato dal concetto del “senso” presente in tutto quello che si vede. Partendo da questo principio, la scelta di Mariani è di non dare troppo risalto all'aspetto estetico, aspetto che egli persegue supportato da un’attrezzatura minima e non professionale che utilizza con grande consapevolezza. Ne consegue una fotografia scarna, a prima impressione trascurata, ma nel contempo carica di significato. Fotografa solo nella sua zona (Senigallia) e giornalmente li pubblica su Facebook. Non ha un sito web.

 

Paolo Monina

è fotografo e esperto di Fashion Design. Collabora con aziende nel settore della moda, degli accessori e con diverse agenzie di comunicazione per la realizzazione di campagne stampa, pubblicazioni e articoli poi apparsi su diverse riviste, magazine e quotidiani. Fra questi: Vogue (Italia, Germania, Russia), Mondo Uomo, Panorama, Collezioni, Amica, L’Espresso, Max, GQ. E’ docente di materie attinenti alle discipline del design e della fotografia presso l’Università di Macerata e presso il Poliarte - Centro Sperimentale Design di Ancona.